Festa medievale a Pomezia

 

 

Domenica 28 Agosto 2011 è stata riproposta la “Festa Medievale” che da anni l’Associazione Tyrrhenum, con la Pro Loco di Pomezia, promuove al fine di far conoscere l’episodio dell’assalto dei pirati a Pratica di Mare. Nel 1588, infatti, “Civitas Patrica” fu messa a ferro e fuoco dai saraceni di Assan Agà, che rapì 103 persone delle quali non si seppe più nulla. Le decine di figuranti del Gruppo Storico Lavinium hanno rappresentato per tutto il pomeriggio quella che doveva essere una domenica di festa nel borgo di oltre 400 anni fa: balli, giochi, scherzi, commerci ed il banchetto pubblico in piazza. Qui, lo scenografico assalto dei pirati ed il rapimento. Su questo avvenimento storico, da anni è stata innestata la storia di una fanciulla, “Pometina”. Questa, salvatasi nel bosco, cresce in simbiosi con la natura e, anche dopo il felice matrimonio con il principe di Ardea, vi torna per morire e tramutarsi in un grande albero. Questo racconto, quest’anno, è stato messo in versi dalle poetesse Tiziana Mignosa e Maria Grazia Vai. Un ringraziamento speciale al primo dei ricostruttori del villaggio, Ugo Caponecchi, e a tutti gli spettatori che hanno seguito la bellezza di quattro ore di rappresentazione.

 

 

<< Indietro  |  Avanti >>