Premio poesia Fauno 2010

 

   
 

Partecipazione record di poeti, oltre trenta e provenienti da tutto il Lazio, alla XII edizione del Premio di Poesia “Fauno” promosso dall’Associazione Culturale Tyrrhenum. Venerdì 19 Febbraio 2010, presso la Biblioteca Comunale di Pomezia, oltre un centinaio di persone ha affollato la sala delle conferenze per questo importante concorso, ormai tradizionale nel tessuto culturale cittadino. Da sottolineare con vero piacere che gran parte dei poeti, essendo di altre province, non hanno potuto partecipare alla cerimonia di premiazione, per cui il pubblico era composto da cittadini interessati ad assistere ad un evento culturale incentrato sulla poesia, veramente una nota molto positiva per il nostro territorio. Quest’anno la giuria era composta dal dirigente dell’Assessorato alla Cultura del  Comune di Pomezia Nino Maceroni, dalla responsabile del Museo Archeologico “Lavinium” Maria Luisa Bruto, dall’imprenditore Ettore Costa, dal dirigente dell’ass. Tyrrhenum Manuela Piccini e dal Dirigente Scolastico del Liceo Scientifico “Pascal” Laura Virli. Dopo la presentazione della manifestazione, della giuria, dei poeti, delle poesie e dei trofei (piccoli tronchi di quercia da cui emerge il volto dell’oracolo Fauno, famoso dio dell’antichità che aveva dimora in un antro del nostro territorio, a cui appositamente il premio è dedicato), si è letto un passo dell’Eneide di Virgilio in cui si mette in risalto l’importanza della figura del dio Fauno. Quindi, si è voluto salutare con grande stima la responsabile uscente della Biblioteca Comunale di Pomezia, Giovannella Riccobono, trasferitasi a Roma, a cui si deve gran parte della vitalità della biblioteca. Gradito ed inatteso il saluto del Sindaco di Pomezia, Enrico De Fusco, che, oltre a raccontare quanto di buono sta facendo per la città, ha dichiarato di voler chiudere il lungo periodo di “incomprensioni” con la Tyrrhenum. Si è infine, passati alla proclamazione dei vincitori. Al terzo posto si è classificata la poesia “Antica Lavinium” di Maria Celina Ibba, eterna piazzata; al secondo posto Giacomina Masotti con “Padre”, che ha letto con voce commossa emozionando tutta la sala; trionfatore di questa edizione è stato Sergio Montefiore con “Tyrrhenum“ (per fortuna dedicata al mare e non all’associazione organizzatrice) che ha messo tutti d’accordo con un poesia unanimemente apprezzata. Hanno inoltre, arricchito il concorso con la loro partecipazione, i poeti: Roberto Giannini, Tiziana Mignosa, Fiorella Brasili, Massimo Bonasoni, Martina Catinari, Patrizia Lazzaretti, Elisabetta Corveddu, Paolo Brama, Nicoletta Santinato, Massimo Dini, Andrea Spadoni, Adriana Vitale, Nuccia Rulli Lannaioli, Vanda Pastecchi, Gino De Marchi, Silvana Giovancroce, Elisabetta Garrafa, Eleonora Liuzi, Luigi Samassa, Massimo Mari, Ramona Galletta, Serenella Scipioni, Laura Sensoli. Le foto di rito e l’immancabile rinfresco hanno concluso una serata che ha lasciato in tutti gli intervenuti una profondo piacere e soddisfazione che contiamo continuerà a portare buoni frutti contribuendo a migliorare la qualità della vita in città.

 

Premio Fauno